TARSU - Comune di Castelvetro

Territorio - Promozione | Imposte e Tasse | Tributi fino al 31/12/2019 | TARSU - Comune di Castelvetro

 

Tassa Smaltimento Rifiuti Urbani

 

cassonetto.jpg

Il pagamento della tassa rifiuti può essere effettuato in due rate, pari entrambe al 50% dell'importo della tassa dovuta, con scadenza rispettivamente:

- 31 LUGLIO 2012

- 30 SETTEMBRE 2012


A discrezione del contribuente la tassa rifiuti può essere pagata anche in un'unica soluzione, entro la scadenza prevista per la prima rata utilizzando per il versamento entrambi i bollettini inviati.

 

I contribuenti interessati ad effettuare il pagamento mediante addebito su c/c bancario possono recarsi presso la propria Banca per sottoscrivere l'ordine continuativo che autorizza l'Istituto stesso ad effettuare i predetti pagamenti.

Si informa che con deliberazione di Consiglio Comunale n. 31 del 26/04/2010 sono state apportate modifiche al Testo Unico delle Entrate Tributarie, pertanto si riportano integralmente le riduzioni possibili da applicare a partire dall'anno 2010 alla tariffa unitaria all'interno del territorio comunale:

1. La tariffa unitaria a favore di tutti gli utenti è ridotta del:

70% per utenza fuorizona - La riduzione è concessa a favore delle abitazioni o degli altri locali che si trovano in zone del territorio comunale situate fuori dall'area di raccolta dei rifiuti solidi urbani interni ed assimilati, fermo restando l'obbligo per gli occupanti o detentori degli insediamenti di depositare i rifiuti urbani da esso prodotti nei contenitori più vicini, se la distanza, tra pubblica via e punto di raccolta o contenitore, è superiore a 350 metri;

70% per servizio effettuato in violazioni delle prescrizioni - La riduzione è concessa nei casi previsti dall'art. 59, comma 4, del D.Lgs.507/93 alle seguenti condizioni: che la riduzione sia richiesta con atto scritto e motivato dal diretto interessato ai competenti uffici comunali; che il mancato svolgimento del servizio sia attestato dall'agenzia che lo gestisce; che le violazioni delle prescrizioni regolamentari relative alle distanze e capacità dei contenitori ed alla frequenza dalle raccolta vengano riconosciute dalla predetta azienda, ovvero risultino comprovate da idonee attestazioni o da accertamenti eseguiti dal Comune, e sempreché le violazioni denunciate siano continue e non occasionali e non dipendano da esigenze temporanee di espletamento del servizio;

70% per interruzione temporanea del servizio - La riduzione è concessa in caso di interruzione temporanea del servizio di raccolta nei casi ed alle condizioni di cui all'art. 59, comma 6 del citato Decreto;

2. La tariffa unitaria a favore delle utenze domestiche è ridotta del:

20% per unico occupante - L'agevolazione è concessa a favore di chi risulta unico occupante ed utilizzatore sia di fatto che dagli atti dello stato civile e dall'anagrafe del Comune di Castelvetro di Modena.

20% per compostaggio - L'agevolazione è concessa a favore dei contribuenti che praticano in modo continuativo il cd compostaggio ovvero di provvedere in modo continuativo alla raccolta differenziata, al pretrattamento selettivo e qualitativo, all'auto-smaltimento ed all'autoriciclaggio delle materie, delle sostanze e degli scarti organici, facendo uso delle idonee attrezzature o apparecchiature (compostiere). L'agevolazione è concessa e decorre solo ed esclusivamente previa presentazione di apposita istanza corredata della documentazione comprovante il possesso della compostiera e la pratica del compostaggio.

30% per uso stagionale - L'agevolazione trova applicazione a favore di abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale e delle aree che o altro uso limitato e discontinuo. La presente riduzione cessa retroattivamente a decorrere dall'inizio dell'anno qualora l'abitazione sia data in locazione nel corso dell'anno medesimo. L'agevolazione si applica anche a favore del contribuente che risieda o abbia la dimora, per più di 6 mesi, in località fuori dal territorio nazionale (AIRE). Per la presente riduzione è richiesta la certificazione di iscrizione nello schedario degli italiani residenti all'estero (AIRE);

30% per stato d'indigenza - L'agevolazione trova applicazione per i locali ad uso abitazione e relative pertinenze occupati direttamente da persone sole o riunite in nuclei familiari nullatenenti ed in condizioni di indigenza. La riduzione è concessa al contestuale sussistere di tutte le seguenti condizioni: Avere un reddito complessivo familiare, calcolato al lordo delle franchigie, degli oneri e delle deduzioni previste per legge, ai fini dell'applicazione dell'imposta sui redditi, non superiore all'importo ottenuto moltiplicando € 5.000,00 per il numero dei componenti del nucleo familiare stesso, risultante agli atti della propria anagrafe al 31 dicembre dell'anno precedente a quello d'imposta; che l'unità immobiliare detenuta e/o occupata a titolo di abitazione principale, per la quale si richiede l'agevolazione non rientri nelle categorie catastali "A/1", "A/8", "A/9", "A/10" e "A/11"; che all'interno dell'unità immobiliare, oltre ad essere comprovato dallo stato di famiglia, abbia dimora di fatto esclusivamente il nucleo richiedente l'agevolazione; che nessuno dei componenti del nucleo familiare sia titolare di diritti reali, a qualsiasi titolo, su altri immobili ad esclusione, eventualmente, dell'unità immobiliare per la quale si chiede l'agevolazione in discorso, e delle relative pertinenze. Per i nuclei familiari composti da una sola persona la presente riduzione è comprensiva anche di quella sopra prevista per unico occupante;

Agevolazione per conferimento diretto all'isola ecologica - A favore delle utenze domestiche più virtuose che effettuano il conferimento differenziato dei rifiuti direttamente alla propria Isola ecologica, è prevista una agevolazione, in forma di riduzione della tassa o di contributo autonomo, che tenga conto delle quantità e qualità di rifiuti conferiti. Nei limiti delle risorse economiche che verranno messe a disposizione dall'Ente, l'agevolazione sarà concessa ad un numero di utenze domestiche limitato risultante da apposita graduatoria da redigersi a consuntivo da parte del proprio Ufficio Tributi per ciascun anno d'imposta. L'agevolazione potrà essere differenziata nel suo ammontare in ragione del posizionamento agli aventi diritto in detta graduatoria. Il riconoscimento dell'agevolazione avrà valore annuale ovvero con riferimento all'applicazione della tassa dovuta per l'anno al quale è riferita la graduatoria. A tal fine sarà istituito apposito sistema di rilevazione automatizzato che permetta ad ogni conferimento di individuare il soggetto conferente, la quantità ed eventualmente anche la tipologia di rifiuti conferiti, rendendo possibile una contabilizzazione finale. L'agevolazione in questione trova applicazione in via sperimentale per l'anno 2010. La giunta comunale è delegata ad adottare apposito atto con il quale siano stabiliti limiti, termini e modalità di riconoscimento dell'agevolazione oltre che a stabilire eventuali proroghe per gli anni successivi al 2010. In ogni caso l'importo dell'agevolazione non potrà mai superare il 70% del tributo dovuto per l'anno in questione.

3. La tariffa unitaria a favore delle utenze NON domestiche è ridotta del:

20% pretrattamento dei rifiuti - L'agevolazione è concessa a favore dei contribuenti che praticano il pretrattamento volumetrico, selettivo, qualitativo e/o quantitativo, dei rifiuti determinando la diminuzione volumetrica e/o quantitativa degli stessi al momento del conferimento al servizio pubblico e quindi rendendo meno oneroso anche in termini economici lo smaltimento o il recupero degli stessi da parte del gestore del servizio pubblico. La sussistenza delle condizioni per la concessione della riduzione deve essere comprovata da specifica dichiarazione dell'azienda che gestisce il servizio e che l'interessato deve allegare alla domanda di riduzione;

30% per organizzazioni di volontariato - L'agevolazione è concessa a favore delle organizzazioni di volontariato di cui agli artt. 2 e 3 della legge 11.08.91 n. 266 e delle cooperative sociali di cui all'art. 1 della legge 08.11.91 n. 381 limitatamente agli immobili destinati all'esercizio dell'attività;

30% per uso stagionale - L'agevolazione è concessa a favore dei locali e delle aree diversi dalle abitazioni, adibiti ad uso stagionale o ad uso non continuativo maricorrente. La predetta riduzione compete soltanto quando l'uso stagionale o ricorrente risulti dalla licenza o dall'autorizzazione rilasciata dai competenti organi per l'esercizio dell'attività. La riduzione è applicata a condizione che il contribuente nella denuncia originaria, integrativa o di variazione, alleghi copia della licenza o autorizzazione e che la stessa preveda un uso stagionale o ricorrente rispettivamente per non più di 6 mesi continuativi o di 4 giorni per settimana. L'occupazione autorizzata per uso ricorrente in un solo giorno della settimana non dà luogo all'applicazione della tassa giornaliera di cui al successivo art. 19;

30% per mancato utilizzo - L'agevolazione trova applicazione a favore dei locali e delle aree diversi dalle abitazioni, oggettivamente utilizzabili ma non utilizzate. Deve trattarsi di locali ed aree vuoti. Il contribuente deve dimostrare documentalmente lo stato di inutilizzo. Il mancato utilizzo deve essere comprovato anche dall'assenza di allacciamenti o di fornitura di pubblici servizi ( acqua, gas, telefono, elettricità ecc). In deroga a quanto sopra esposto, per i locali che non possono che essere destinati ad un utilizzo per il quale è richiesta necessariamente la fornitura di pubblici servizi, il contribuente è ammesso a dimostrare il non utilizzo anche in presenza di forniture e di consumi la cui entità minima deve essere tale da non rendere possibile il citato uso;

50% per riutilizzo residui - L'agevolazione è concessa a favore di contribuenti svolgenti attività produttive, commerciali, artigianali e di servizi, che dimostrino, a mezzo di idonea documentazione commerciale o prescrittiva ai fini ambientali, di aver obiettivamente ed effettivamente destinato al riutilizzo i materiali e le sostanze residui di produzione e di consumo senza conferimento degli stessi al servizio pubblico;

20% - nuove imprese giovanili - L'agevolazione è concessa a favore delle nuove imprese giovanili avviate a decorrere dal 2010 nel territorio del Comune di Castelvetro di Modena da persone fisiche di età anagrafica inferiore a 40 anni compiuti o da nuove società i cui soci ed amministratori sono persone fisiche di età anagrafica inferiore a 40 anni compiuti. Si deve trattare di iniziative economiche effettivamente di nuovo impianto e non prima già esistenti e/o esercitate anche sotto diversa intestazione della ditta, denominazione, o ragione sociale. Non si considerano nuove iniziative economiche quelle connesse a trasformazioni, fusioni e scissioni societarie quelle cedute, trasferite, ereditate od oggetto di subentro a qualunque titolo. Fino a prova contraria fa fede quanto risulta dal registro imprese. L'agevolazione compete a decorrere dall'anno successivo a quello in cui è richiesta, conformemente a quanto disposto ai sensi del successivo articolo 58, per un massimo di tre annualità decorrenti dall'anno successivo a quello in cui è iniziata l'attività e sono maturati gli altri requisiti richiesti. Qualora la richiesta dell'agevolazione sia presentata oltre l'anno in cui sono maturati i requisiti, l'agevolazione compete per le annualità residuali.

Si ricorda inoltre che per poter usufruire di agevolazioni, riduzioni o esenzioni in merito alla tariffa della tassa smaltimento rifiuti solidi urbani occorre presentare apposita richiesta presso l'Ufficio Tributi (es. zona non servita, unico occupante, ecc.. ).

Termini per denuncie... Entro il 20 gennaio successivo all'inizio dell'occupazione, detenzione o variazione il contribuente è tenuto alla presentazione della relativa denuncia presso l'Ufficio Tributi del comune con i relativi dati:
- copia codice fiscale intestatario della tassa rifiuti / attribuzione partita iva;
- copia contratto utenze allacciate HERA e/o ENEL;
- dati catastali delle unità immobiliari assoggettate al pagamento della tassa rifiuti;
- dati del/dei proprietari degli immobili;
- dati dell'occupante precedente in caso di subentro o variazione intestazione tassa rifiuti.

Mentre la cessazione, nel corso dell'anno, dell'occupazione o detenzione dei locali ed aree, da diritto all'abbuono del tributo a decorrere dal primo giorno del bimestre solare successivo a quello in cui è stata presentata la denuncia della cessazione debitamente accertata (es. cessazione utenze HERA e/o ENEL)

 

Materiale


icona pdf piccola.jpgDelibera GC 27/2012 approvazione tariffe Tassa rifiuti solidi urbani interni anno 2012

 

icona pdf piccola.jpgDelibera GC 16/2011 approvazione tariffe Tassa rifiuti solidi anno 2011

icona pdf piccola.jpgDelibera GC 106/2009 approvazione tariffe Tassa rifiuti solidi anno 2010

icona pdf piccola.jpgDelibera GC 112/2008 approvazione tariffe Tassa rifiuti solidi anno 2009

icona pdf piccola.jpg Delibera GC 91/2007 approvazione tariffe Tassa rifiuti solidi anno 2008

icona doc piccola.jpg Modello denuncia Tassa Rifiuti Solidi urbani (TARSU)

icona pdf piccola.jpg Ravvedimento operoso TARSU

 

 

 

 

Pubblicato il 
Aggiornato il